Castellers

  • Culture
  • Open Air

I castellers sono una delle espressioni della cultura catalana e fanno parte del patrimonio culturale immateriale dell'umanità secondo l'UNESCO.

Nelle feste popolari e nei grandi festival, la piazza principale di qualsiasi città della Catalogna o delle Isole Baleari è piena di gente che desidera assistere allo spettacolo più atteso e sentito della giornata: i castellers.

Raggruppati in colles, i castellers costruiscono complesse torri umane di diverse strutture e altezze, al ritmo delle dulzainas e dei timbales. Sebbene non si conosca l'origine esatta di questa tradizione, che ha somiglianze e possibili collegamenti con la Moixiganga valenciana e la Danza del Tauste aragonese, essa è stata documentata fin dalla metà del XVIII secolo, in particolare nella zona di Tarragona e Penedès.

Un castell è costituito dalle seguenti parti:

  • La pinya: formata da un nutrito gruppo di castellers che forniscono al castello una solida base.
  • Il tronc: la parte centrale del castello, che può essere di altezza variabile, nel quale ogni piano prende il nome a seconda del livello: bassi, secondi, terzi, quarti, quinti o sesti.
  • Il pom: composto da quattro bambini, forma gli ultimi tre piani del castello.
  • I doses: il primo livello del pomo, formato da due bambini.
  • Aixecador: detto anche acotxador o cassoleta, è un bambino accovacciato sopra i doses.
  • Enxaneta: l'ultimo piano di un castell, il bambino che culmina la torre e che, alzando il braccio, attesta che la struttura è stata correttamente completata.

Una particolarità dei castells è che ogni struttura ha il proprio nome, formato dalla combinazione della larghezza e dell'altezza del castello. Un 3d8 sarà dunque un castello di 8 piani (compresi la piña e i tre piani del pomo) in cui ogni piano del tronco è composto da tre persone. I castelli composti da una sola persona per piano si chiamano pilares, e le torres sono i castelli formati da due persone. Inoltre molti castelli possono prevedere (o meno) rinforzi extra, detti folre (un gruppo de castellers circonda i secondi), manilles (un gruppo di castellers circonda i terzi) e puntals (che rafforzano il piano dei quarti) per conferire maggiore stabilità ai castelli più alti, ad esempio un 3d10 amb folre i manilles.

Una giornata castellera inizia con il Toc de matinades, nel quale i dulzaineros e i timbales percorrono le vie svegliando la gente. Lo spettacolo inizia con il Toc d'entrada, che avvisa dell'arrivo della colla castellera in piazza e finisce con il Toc de castells che ne indica la salita. Il Toc de vermut decreta la fine dello spettacolo e invita a rompere le fila per andare a bere un buon vermut prima di mangiare.

Recensioni
  • Para tocar el cielo...

    'Patrimonio inmaterial de la humanidad'. Imprescindible y obligado asistir a una Diada Castellera o visitar un 'asaig' (ensayo o 'entreno') en su local. Más para experimentar, que para explicar en una reseña. Una gran 'pinya' para tocar el cielo...

    Tripadvisor
  • Apoyo incondicional

    Los Castellers son un grupo de personas que por pasión y sentimiento, forman una montaña de personas, dando su apoyo, fuerza y confianza el uno con el otro. Digno de ver y apreciar.

    Tripadvisor